fbpx

Menu digitale: il know how di Dishup al servizio dei ristoranti

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

[vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column width=”5/6″ offset=”vc_col-lg-offset-2 vc_col-lg-8 vc_col-md-offset-1 vc_col-md-10 vc_col-sm-offset-1 vc_col-xs-offset-1 vc_col-xs-10″][vc_column_text css=”.vc_custom_1619020748226{padding-bottom: 40px !important;}”]

Menu digitale: il know how di Dishup al servizio dei ristoranti

[/vc_column_text][vc_column_text]In questi ultimi anni si sta assistendo a un vertiginoso incremento tecnologico nel settore della ristorazione; quella che prima era solo voglia di cambiamento e innovazione, ora è divenuta una necessità. Intuizione e semplicità sono le parole chiave di Dishup.

Nella situazione data, e dovendo fare i conti con un’utenza esigente e imprevedibile, la tecnologia è ovviamente arma di competizione ma, sempre più spesso di sopravvivenza. In Italia, la spesa alimentare tradizionale dal 2008 a oggi è calata di quasi 7 punti percentuali. Quella fuori casa va in direzione esattamente opposta, crescendo di quasi 8 punti e con un valore complessivo superiore agli 85 miliardi di euro. Oggi rappresenta il 36% della spesa alimentare complessiva, nel 2030 arriverà al 40%. A seguito degli sviluppi e dei cambiamenti a cui la pandemia da Covid-19 ci ha portato, l’urgenza si è fatta ancora più pressante: il settore della ristorazione non ha dovuto fare i conti solo con un mercato e una clientela sempre più al passo con tecnologia e innovazione, ma ha dovuto anche rispondere alla necessità di rispettare norme a garanzia di igiene e distanziamento sociale previsti dai “decreti ristoro”, trovando come unica valida soluzione quella della digitalizzazione.

In ambito ristorativo, sono innegabili i vantaggi di cui un locale può godere affidandosi alla tecnologia:

  • Innovazione e valore aggiunto al brand;
  • Ottimizzazione dei tempi;
  • Garanzia di igiene e di distanziamento sociale.

 

Questi sono vantaggi evidenti e imprescindibili, ma le opportunità che la digitalizzazione può offrire a un ristoratore sono davvero molte. È per questo che Dishup è voluto andare oltre la sola funzione di trasferire il menu cartaceo sullo smartphone: ci siamo concentrati sul potenziamento di tutte le risorse di cui sia il ristoratore che il cliente potessero usufruire.[/vc_column_text][vc_separator type=”normal” color=”#ffffff”][vc_single_image image=”5550″ img_size=”full” qode_css_animation=””][vc_separator type=”normal” color=”#ffffff”][vc_column_text]Per il ristoratore:

Qual è la cosa più importante per un ristoratore che deve gestire la propria attività? Soddisfare i propri clienti. Questo è il punto di partenza a cui abbiamo sempre fatto fede. Per rendere i clienti soddisfatti il servizio deve essere il più possibile impeccabile, i tempi di attesi devono essere brevi, i piatti devono essere graditi; solo così l’ospite può sentirsi davvero coccolato. Per rendere reale tutto questo, l’applicazione Dishup ha pensato a:

  • Possibilità di avere un gestionale interno che monitora live l’andamento in sala: tavoli ancora da servire, gestione delle comande, tempo che intercorre dall’ultima volta che si è fatta visita a un tavolo;
  • Diminuzione del margine di errore nella gestione delle comande, miglior organizzazione tra lo staff di sala;
  • Opportunità di analizzare i piatti più scelti e quelli meno graditi: questo permette allo chef del ristorante di variare le proposte a seconda dei gusti dei propri clienti;
  • Conseguentemente, questo permette di fare spese consapevoli, evitare gli sprechi o gli eccessi in magazzino e di canalizzare quindi le risorse economiche su ingredienti che realmente possano soddisfare gli ospiti;
  • Con Dishup, si può variare il menu in tempo reale a seconda della materia prima disponibile, dei gusti in voga dei propri clienti, della volontà di inserire menu del giorno e offerte speciali sempre diverse;
  • Possibilità di richiedere un menù multilingua che può essere molto importante nel caso di turisti.

[/vc_column_text][vc_separator type=”normal” color=”#ffffff”][vc_single_image image=”5552″ img_size=”full” qode_css_animation=””][vc_separator type=”normal” color=”#ffffff”][vc_column_text]Per il cliente:

Qual è la cosa più importante per un cliente quando mangia fuori? Uscire soddisfatti dal ristorante. La soddisfazione è sempre al primo posto. Dishup si è messo quindi nei panni di un consumatore e ha pensato di implementare l’applicazione con funzionalità che potessero rendere più ottimale possibile l’esperienza dell’utente:

  • Facilità di utilizzo: l’applicazione non ha bisogno di un QRcode; basta scaricarla e comparirà sullo smarphone il menu digitale del ristorante;
  • Self Ordering intuitivo: generare una comanda su Dishup è semplice e immediato; l’ordine arriverà direttamente in cucina;
  • Sistema di geolocalizzazione che ti mostra i menù dei ristoranti vicini a te anche prima di entrare o prenotare, dandoti la possibilità di scegliere quello che più ti è gradito;
  • Possibilità di richiedere la presenza del cameriere al bisogno con un semplice click (non dimentichiamoci il rapporto umano);
  • Possibilità di richiedere il conto direttamente dal tavolo evitando attese e file in cassa;
  • I piatti del menù sono presentati con immagini, descrizione degli ingredienti e allergeni: diamo importanza anche ai consumatori consapevoli o con particolari esigenze;
  • C’è la possibilità di personalizzare il piatto eliminando o aggiungendo ingredienti; si può inoltre comunicare con la cucina facendo particolari richieste ove necessario, inviando un messaggio direttamente allo chef durante l’ordinazione digitale.

 

Questo e molto altro è quello che il team di Dishup ha progettato per supportare il settore della ristorazione.

Per conoscere tutti i servizi di Dishup, visitate il sito: www.dishup.it [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][/vc_column][/vc_row]

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin