fbpx Rappaccinis Daughter Symbolism Essay Thesis A Dolls House World Literature Essay Ib Montaigne Essays Pdf Screech Arrested Essay About Fire And Ice Essay On Gandhiji Life

Il lusso della semplicità: la User Experience di Dishup

Il lusso della semplicità: la User Experience di Dishup

Si sente molto spesso parlare di user experience nel mondo del digitale; troppo spesso sottovalutata, è invece una componente fondamentale per siti web, applicazioni iOS e Android e ne condiziona fortemente il futuro utilizzo.

Che cos’è la user experience?

Secondo la definizione proposta dall’International Organization for Standardization (ISO), la user experience (UX) comprende tutte le «percezioni e reazioni che derivano dall’uso o dall’aspettativa di utilizzo di un prodotto, sistema o servizio», secondo cui l’espressione comprende anche «le credenze, le preferenze […], le risposte fisiche e psicologiche, i comportamenti e risultati» che derivano dall’utilizzo stesso.

Si deduce, quindi, come si tratti in fondo di qualcosa di soggettivo. A questo proposito è opportuno sottolineare che il termine non fa riferimento solo al modo in cui una persona utilizza un’applicazione o un sito web: l’esperienza dell’utente riguarda un insieme ben più complesso di elementi. Comprende, infatti, tutti i passaggi dell’esperienza, dalla scoperta di un prodotto o dei servizi di un’app, alla scelta di utilizzarla di nuovo, al grado di soddisfazione che ne deriva, all’instaurarsi di una eventuale fidelizzazione. La user experience non va confusa con l’usabilità, che rappresenta un attributo o una caratteristica dell’interfaccia utente e riguarda l’efficienza e la facilità di utilizzo di un sistema o di un prodotto (cioè se all’utente piace utilizzarlo e se è funzionale agli obiettivi per cui è stato concepito). A sua volta, l’interfaccia utente (l’user Interface) è un elemento importante per una buona user experience, ma è possibile che la prima sia molto efficiente, mentre la seconda venga comunque percepita, nel suo complesso, come negativa.

Caratteristiche dell’UX

Concentriamoci sulla User Experience di un’app; ci sono moltissimi fattori che possono influire su di essa: le caratteristiche tecniche, la funzionalità, l’efficienza, le aspettative dell’utente, il suo stato psicologico di quel giorno e molto altro. Ci sono però delle variabili imprescindibili da tener conto, per far sì che l’UX di un’applicazione sia ottimale:

  • il fattore “utilità”: l’utente utilizza un’app se per qualche motivo questa risulta utile, cioè in qualche modo funzionale a soddisfare una necessità o un desiderio.
  • Il fattore “credibilità”: egli decide di affidarsi a un marchio perché lo ritiene credibile, quindi, affinché l’esperienza utente sia soddisfacente, il sistema creato deve andare incontro a quelle che sono le “promesse” e la proposta di valore del marchio: se il brand comunica determinate caratteristiche che non corrispondono alla realtà il consumatore rimarrà deluso e il prodotto perderà credibilità e non verrà riutilizzato.
  • Il fattore “design”: l’interfaccia creata deve permettere all’utente di raggiungere l’obiettivo per il quale ha utilizzato l’app, in maniera efficiente.
  • Il fattore “emozionale”: l’app deve avere un connubio tra utilità ed estetica creando esperienze che suscitino emozioni positive negli utenti; si deve creare un legame emotivo con il prodotto, cosa che incide sulla percezione dello stesso e della relativa user experience.
  • Il fattore “intuitivo”: le app prodotte devono anche essere autoesplicative; qualsiasi prodotto che richieda un manuale di istruzioni è un prodotto rotto. L’utilizzo deve risultare semplice.

Quando i fattori sopracitati vengono presi in considerazione nella progettazione di prodotti, servizi o interfacce, questi saranno in grado di apportare valore all’utente, rispondendo ai suoi bisogni o soddisfacendo i suoi desideri.

A tal proposito, si è lavorato molto affinchè Dishup racchiudesse in sé tutti i fattori sopraelencati; prima di pubblicare l’app, l’abbiamo testata sulla nostra pelle e su quella di chi potesse averne bisogno. Proprio per questo siamo sicuri della sua efficienza. Abbiamo puntato sull’unicità e sulla semplicità:

  • Dishup è utile sia per i ristoratori che gli utenti: il gestionale permette un efficiente andamento di sala, permette di ricavare dati importanti per il ristorante e il suo sistema di menu digitale garantisce un’ottimizzazione del tempo e della fruibilità del servizio.
  • È una necessità per le attività che hanno voglia di innovazione e garanzia delle norme vigenti: non c’è bisogno del menù cartaceo, garantisce il rispetto delle norme anti- covid sia per quanto riguarda gli ospiti che il personale di sala e, allo stesso tempo, dona innovazione al locale.
  • È intuitiva e di facile utilizzo anche per chi ha meno dimestichezza tecnologica: l’interfaccia progettata per Dishup permette al personale e all’utente di personalizzare i piatti, ordinare, richiedere il conto, inserire o eliminare ingredienti e portate in modo semplice e immediato.

La tecnologia è ormai una conditio sine qua non anche per i ristoranti; i menù digitali si stanno diffondendo molto rapidamente e questa è la conferma che non solo siano diventati una necessità, ma evidentemente si sono mostrati anche all’altezza del compito per cui sono stati progettati. Dishup contiene al suo interno servizi personalizzabili a seconda del locale e della richiesta del ristoratore: ogni cliente è unico e ha bisogno di un trattamento specifico. Quello di cui siamo sicuri e che ci rende fieri, è che aver puntato sulla semplicità, preservando l’innovazione e l’efficienza, sarà sicuramente un punto di forza.

Per conoscere tutti i servizi di Dishup, visitate il sito: www.dishup.it