fbpx

Dishup: uno sguardo a 360° sul tuo ristorante con Live Manager

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

[vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column width=”5/6″ offset=”vc_col-lg-offset-2 vc_col-lg-8 vc_col-md-offset-1 vc_col-md-10 vc_col-sm-offset-1 vc_col-xs-offset-1 vc_col-xs-10″][vc_column_text css=”.vc_custom_1615283985977{padding-bottom: 40px !important;}”]

Dishup: uno sguardo a 360° sul tuo ristorante con Live Manager

[/vc_column_text][vc_column_text]Dishup è un’app per iOS e Android che permette ai ristoranti di presentare il proprio menù in forma digitale e dà l’opportunità ai clienti di ordinare i piatti in autonomia. Questo sistema è stato pensato sia per garantire igiene e distanziamento sociale, limitando i contatti tra staff e ospiti, sia per rendere il servizio di ristorazione più efficiente e veloce, evitando attese e file durante la permanenza all’interno del locale.

I punti di forza di Dishup, che si rivelano veri e propri vantaggi per un ristorante sono:

  • visualizzazione del menù sul proprio smartphone, senza la necessità di un QR code (basta scaricare l’app gratuitamente sul proprio dispositivo);
  • possibilità di richiedere un menù multilingua;
  • un sistema di geolocalizzazione che mostra tutti i menù dei ristoranti più vicini a te;
  • all’interno del menù digitale, c’è una descrizione dettagliata degli ingredienti che compongono i piatti con la possibilità di personalizzarli, eliminando o aggiungendo gli ingredienti a seconda dei propri gusti o necessità alimentari;
  • il ristoratore può apportare modifiche al menù ogni giorno in base alle offerte o alle disponibilità odierne, in maniera semplice e veloce;
  • gli ospiti possono sempre richiedere la presenza del cameriere al tavolo, tramite un solo click che avvisa lo staff;
  • si può chiedere il conto direttamente dallo smartphone, evitando attese e file in cassa.

[/vc_column_text][vc_single_image image=”5712″ img_size=”full” alignment=”center” qode_css_animation=”” css=”.vc_custom_1616492494750{padding-top: 40px !important;padding-bottom: 40px !important;}”][vc_column_text]Inoltre, Dishup si avvale della piattaforma di gestione di Live Manager, che ha al suo interno numerose funzionalità per i ristoratori e lo staff; vediamole nel dettaglio:

  • nel momento in cui viene inviato un ordine dal cliente, la piattaforma elenca automaticamente allo chef i piatti in ordine di portata, limitando così eventuali margini di errore;
  • mostra nella comanda digitale, tutte le modifiche apportate dai clienti e se ci sono delle comunicazioni scritte da parte loro (gli ospiti infatti, possono inviare un messaggio allo chef nel momento del self ordering).
  • c’è una sezione dedicata al monitoraggio di sala in tempo reale che ti mostra nel dettaglio:
    quali sono i tavoli occupati;
    da quanto tempo non si fa visita a un tavolo;
    i tavoli serviti e i tavoli in attesa;
    il tempo che intercorre da quando un tavolo si è occupato
    quale tavolo ha richiesto il conto;

[/vc_column_text][vc_single_image image=”5710″ img_size=”full” alignment=”center” qode_css_animation=”” css=”.vc_custom_1616491975271{padding-top: 40px !important;padding-bottom: 40px !important;}”][vc_column_text]

  • ti avvisa quando un tavolo richiede la presenza di un cameriere;
    ogni volta che arriva un piatto al tavolo, il cameriere aggiorna Live Manager cliccando su “segna come servito”; in questo modo, lo chef può passare al servizio successivo, limitando il margine di errore e procedendo in tempi molto rapidi, avendo sempre a disposizione il monitoraggio attuale della situazione in sala;
  • una volta completato l’ordine e ricevuto il pagamento, con il tasto “termina servizio”, Live Manager libera automaticamente sul display il tavolo, che è pronto per un nuovo servizio.

Live Manager, non è utile solo nel momento del servizio: avere a disposizione questo tipo di piattaforma, permette anche di monitorare analizzare le scelte dei piatti, gli ingredienti più volte eliminati o quelli che si richiedono maggiormente. Poter ricavare questi dati, permette di ottimizzare le spese, gestire al meglio il magazzino ed evitare sprechi, guidati dall’ingrediente più importante per un ristorante: il gusto dei propri clienti.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin